News & Eventi

Il CSC dedica a Fabio Maniscalco una borsa di studio per il Master in Archeologia Giudiziaria.

Pioniere della tutela del patrimonio culturale nelle aree di crisi e di guerra, nei contesti a rischio e della lotta alle archeomafie il grande archeologo Fabio Maniscalco ci lasciava, dodici anni fa, il 1 febbraio del 2008.

Fabio Maniscalco (Napoli, 1 agosto 1965 – 1 febbraio 2008) è stato un archeologo italiano in prima linea nel contrasto dei traffici illeciti di beni culturali e nella tutela del patrimonio culturale nelle aree di crisi e di guerra. Per la sua attività ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui nel 2007 la candidatura al Nobel per la Pace. È mancato nel 2008 a causa di una rara forma di cancro dovuta all’esposizione ai metalli pesanti e all’uranio impoverito nelle aree in cui ha operato. È stato riconosciuto dal Ministero della Difesa Italiano “vittima del dovere”.

Il Centro per gli Studi Criminologici ricorda lo straordinario contributo di Fabio Maniscalco alla difesa del patrimonio culturale mondiale attraverso una borsa di studio a lui intitolata ed assegnata nel Master Archeologia Giudiziaria e Crimini contro il Patrimonio Culturale e l’istituzione di un Fondo librario nella Biblioteca Scripta hic sunt che comprende non solo la sua intera produzione scientifica, ma anche una prestigiosa raccolta di volumi che testimonia i vasti interessi dello studioso nel settore del patrimonio culturale e l’ampia rete di rapporti internazionali che intratteneva.

La “Biblioteca Internazionale Scripta hic sunt” del CSC Centro per gli Studi Criminologi, è aperta dal 2014 e inserita nell’ Anagrafe delle Biblioteche Italiane – Sistema Bibliotecario Nazionale – Polo degli Istituti culturali di Roma (codice polo:IEI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *